Africa

Immersioni in Kenya – salpa nel cuore del Mar Rosso

kenya_vacanze_sub_3_yho7aw

Un Paese conosciuto principalmente per la sua fauna selvatica, per i suoi paesaggi incontaminati, per i suoi safari. Ma, il Kenya, è molto altro ancora! Fare immersioni in Kenya è un’esperienza da fare almeno una volta nella vita grazie alla presenza di una barriera corallina lunga chilometri e abitata da incredibili specie marine!

Perché dovresti scegliere di fare immersioni in Kenya?

Perché, nelle acque dell’Oceano Indiano ci sono incredibili siti di immersioni! Infatti, in questo magnifico Stato dell’Africa Orientale potrai trovare reef pullulanti di vita, sogno di ogni appassionato di immersioni ma potrai praticare anche snorkeling e fotografia subacquea. Durante le immersioni in Kenya è possibile imbattersi in meravigliosi esemplari di mante ma anche cernie, barracuda, nudibranchi, murene, delfini, tartarughe, polpi. In queste acque però potrai incontrare anche il bellissimo squalo balena! Ti ho dato abbastanza motivi per immergerti in Kenya?

Dove fare immersioni in Kenya

Se ancora non sei convinto ti dirò adesso tutti i luoghi per fare immersioni in Kenya! Sicuramente, il più famoso è il Parco Marino di Malindi, riserva della Biosfera UNESCO dal 1979. Qui troverai un ecosistema unico nel suo genere, ricco di barriere coralline, mangrovie e lagune. Qua tra delfini, squali di barriera aragoste e stelle marine non ti annoierai sicuramente!

Altro sito da visitare è il Parco Nazionale Marino di Watamu: qui troverai una barriera corallina con circa 600 specie di pesci diversi. Dista solo 300 metri dalla costa e presenta parenti che si inabissano inabissano a strapiombo nell’oceano. Qui ti faranno compagnia squali pinna bianca, pesci chirurgo, murene, pesci foglia e tantissime altre specie.

Altri luoghi dove fare immersioni in Kenya sono: Drummer Reef, Turtle Reef, Moray Reef, il Canyon. Proprio in quest’ultimo da Ottobre a Febbraio, è possibile imbattersi nel maestoso squalo balena.

Come avrai capito, nel parco marino di Watamu, c’è davvero tanta meraviglia. Sempre qui, tra Giugno e Settembre potrai vedere le balene che ogni anno in questo periodo migrano verso l’India! La migrazione delle megattere è uno spettacolo unico al mondo.

La destinazione che mi sento di consigliarti assolutamente è Diani Beach. Si tratta di una splendida spiaggia bianca che vanta alcuni dei punti di immersione migliori del Kenya. Le immersioni a Diani Beach ti faranno ammirare i delfini e, soprattutto, gli squali balena, che popolano queste acque tra i mesi di Novembre e Marzo.  Da qui è inoltre facile raggiungere Gazi, Shimoni, Wasini Island e il relitto MV Funguo, affondata il 21 febbraio 2002. Questo è uno dei migliori siti per gli appassionati di relitti perché ricco di tantissima vita marina!

Ma qual è il periodo migliore per fare un viaggio sub in Kenya?

I periodi migliori per effettuare immersioni in Kenya vanno da settembre ad aprile. Soprattutto nel Parco Marino di Malindi le immersioni si effettuano da luglio a metà novembre e da fine marzo ad aprile mentre nel Parco Marino di Watamu da metà novembre a metà marzo. Tutto sommato posso dirti che i mesi di gennaio, febbraio e marzo, oppure il periodo che va da luglio ad ottobre, sono ideali se vuoi visitare il paese africano nella sua totalità e non solo per lo spettacolare mondo sottomarino.

Non solo immersioni in Kenya…

Il Kenya non è solo una meta sub perfetta. Qui ci sono paesaggi, animali, profumi che vi lasceranno senza parole. Se non siete amanti delle immersioni potreste fare snorkeling o preferire attività a terra. Infatti, se il tuo sogno è anche quello di poter ammirare la fauna tipica del Kenya, parti per una visita alla Riserva Masai Mara oppure fai un safari al Parco Nazionale dello Tsavo Est e al Parco Amboseli. Qui oltre ai “Big Five” (leoni, elefanti, leopardi, rinoceronti e bufali), potrete vedere in grandi quantità zebre, antilopi, ippopotami, coccodrilli e tanti altri animali.

Piccoli consigli su sicurezza e sanità in Kenya

Per quanto riguarda la sicurezza, non vi sono particolari situazioni di sicurezza per i turisti che si recano in Kenya da segnalare. Per quanto riguarda la sanità invece ti dico che le strutture keniote medico-ospedaliere richiedono tassativamente, ancora prima dell’accettazione anche per interventi di emergenza, la garanzia di copertura delle spese di degenza. Proprio per questo motivo, dato che si tratta di una meta abbastanza importante, ti consiglio di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio.

immersioni in kenya

Per quanto riguarda le temperature…

Il clima del Kenya è ovviamente abbastanza caldo ma non eccessivamente: la temperatura dell’aria oscilla tutto l’anno dai 25°C ai 27°C. La temperatura dell’acqua ha una minima di 25°C e raggiunge i 29°C da novembre a giugno.

Andiamo al sodo: quanto costa un viaggio sub in Kenya?

Il costo medio per esempio, per un viaggio sub in Kenya, a Diani Beach, è di 2213€ con volo incluso e il mese migliore per partire è sicuramente Maggio a 2127€, sempre volo incluso. Mediamente, il mese meno economico per partire è Agosto per un totale di 2452 € volo incluso.

Per scoprire qual il periodo migliore per partire per Gibuti calcolalo gratuitamente grazie a Snorkelino, l’assistente virtuale di DiveCircle.

Fare immersioni in Kenya ti farà scoprire delle meraviglie marine e non che non dimenticherai mai più. Il Kenya è la destinazione perfetta per vedere megattere, squali, barriere coralline e incredibili specie di pesci. Adesso ti ho convinto a partire? Per scoprirne di più, scarica gratuitamente la guida e preparati alle tue immersioni in Kenya!

Viaggi per sub
Leave a Comment